Vai al contenuto

Kiwi Spark Recensione

kiwi spark sigaretta elettronica recensione

Tempo di lettura 5 minuti

Dopo tanta attesa, la Kiwi Spark è finalmente arrivata.

Ma come si è comportata?

Lo vediamo subito.

kiwi spark sigaretta elettronica nera

Kiwi Spark

Recensione di:

Il Mio Voto: 4.7/5

La Kiwi Spark si è rivelata un’eccellente Pod Mod, offrendo un aroma sorprendente e la possibilità di scegliere tra filtri in cotone o un drip tip gommato estremamente confortevole. Si distingue anche per l’ottima durata delle resistenze e la qualità costruttiva, il tutto a un prezzo competitivo. Tra gli aspetti meno positivi, avrei preferito una batteria più performante e un LED di stato che indicasse i vari livelli di carica della batteria.

Design e Dimensioni

Il design della Kiwi Spark è molto simile a quello della Pen della Kiwi 1 e 2.

La Spark è particolarmente compatta e facile da trasportare, con dimensioni di 18 x 18 x 114 mm e un peso di soli 34g.

Le colorazioni disponibili sono variegate: nero, blu, arancione, rosso, rosa e verde.

kiwi spark sigaretta elettronica colori

La Kiwi Spark è realizzata in lega di alluminio e PCTG, rendendola robusta e adatta all’uso quotidiano.

Ancora una volta, Kiwi propone un design elegante e pulito, e confermando l’ottima qualità costruttiva caratteristica di Kiwi.

Pod e Resistenze

Con la Kiwi Spark vengono introdotte le nuove cartucce “Kiwi Spark Pod“, dotate di resistenze a mesh integrate (non sostituibili) e una capacità del serbatoio di 2ml.

Queste Pod sono trasparenti, consentendo una facile lettura del livello del liquido e offrono una ricarica semplice grazie all’ampia asola di ricarica.

Nella confezione è inclusa una Kiwi Spark Pod da 0.8Ω, perfetta per un tiro di guancia bilanciato (stile sigaretta).

kiwi spark sigaretta elettronica cartuccia pod

È anche possibile acquistare separatamente la Kiwi Spark Pod da 1.2Ω, ideale per un tiro di guancia più chiuso e contrastato.

È importante notare che le “Kiwi Spark Pod” sono compatibili anche con la Pen della Kiwi 2, mentre le Pod della Kiwi 1 non sono compatibili con la Kiwi Spark.

Infine, per chi preferisce non ricaricare manualmente il liquido, la Kiwi Spark è compatibile anche con le cartucce Kiwi Pod pre-caricate di liquido.

Drip Tip

kiwi spark sigaretta elettronica filtri in cotone e drip tip gommato

Con la Kiwi Spark è possibile utilizzare sia i cotton tip (filtri in cotone) stile sigaretta, che ritengo essere tra i migliori per qualità sul mercato, sia il nuovo drip tip in policarbonato con rivestimento gommato.

Devo dire che ho trovato quest’ultimo estremamente comodo da usare e tenere fra i denti.

Resa Aromatica e Durata Resistenze

kiwi spark sigaretta elettronica

Dopo aver testato la Kiwi Spark con vari tipi di liquidi, posso confermare che si comporta egregiamente con tutte le categorie, che siano fruttati, tabaccosi o cremosi.

Il tiro è tipico di Kiwi: calibrato, contrastato, lievemente dolce e vellutato, e la resa aromatica è paragonabile alle migliori Pod Mod sul mercato.

Inoltre, a livello aromatico, ho trovato nettamente superiore la Pod da 0.8Ω rispetto alla 1.2Ω sebbene quest’ultima consumi meno la batteria.

Durata delle Resistenze

Riguardo alla durata delle resistenze, è eccellente: sono riuscito a raggiungere circa 60-70 ml con liquidi chiari che sporcano poco le resistenze.

Funzionamento

kiwi spark sigaretta elettronica

Sul funzionamento c’è poco da dire… la Kiwi Spark è chiaramente progettata per essere facile da usare.

Non dispone di pulsanti ed è completamente automatica.

Per iniziare la vaporizzazione, basta appoggiare le labbra sul drip tip e aspirare.

Non è necessario accenderla o spegnerla, e la potenza si regola automaticamente in base alla resistenza installata, con un massimo di 16W.

Perdite di Liquido e Condensa

Durante i miei test non ho riscontrato perdite di liquido, ma solo una lieve produzione di condensa, in linea con questo tipo di dispositivi.

Batteria e Ricarica

kiwi spark sigaretta elettronica batteria

La Kiwi Spark è dotata di una batteria integrata da 700 mAh.

Lo stato di carica può essere monitorato tramite un LED posto sul fronte del dispositivo.

Purtroppo, a differenza di altre pod mod che utilizzano un sistema di colori (Rosso-Verde-Blu) per indicare i vari livelli di carica, il LED della Kiwi Spark si limita a lampeggiare di bianco in modo continuo per segnalare che la batteria è scarica.

Durata della Batteria

Nonostante non sia riuscito a ottenere una giornata intera di utilizzo, ho comunque consumato circa 3-4 ml di liquido con la Pod da 0.8 ohm.

Personalmente ritengo che la durata della batteria non rappresenta il punto di forza della Kiwi Spark…

tuttavia, abbinandola a un Powerbank l’autonomia si estende notevolmente.

Ricarica

Per ricaricare la Kiwi Spark, è sufficiente collegarla tramite la presa USB-C situata sul fondo del dispositivo.

Dai miei test, per una ricarica completa della batteria ci vuole meno di 1 ora.

È importante notare che il cavo USB non è incluso nella confezione.

Verdetto Finale

In conclusione, la Kiwi Spark mi ha molto piaciuta molto, nonostante la batteria non sia tra le più performanti.

Ritengo inoltre che al prezzo a cui è proposta, la Kiwi Spark è un’ottima sigaretta elettronica adatta ai principianti che cercano una resa aromatica e comodità d’uso di alto livello.

Pro e Contro

Pro

  • Prezzo
  • Resa Aromatica
  • Durata Resistenze
  • Qualità Costruttiva
  • Drip Tip gommato comodissimo
  • Filtri in cotone di alta qualità
  • Niente perdite di liquido
  • Tiro automatico reattivo
  • Piccola e compatta
  • Ricarica del liquido semplice e senza perdite
  • Compatibile con Pod Kiwi 2 Pen e Pod Kiwi Pre-caricate

Contro

  • Batteria
  • Led di stato non indica i vari livelli di carica residua

La Tua Opinione Condividila Qui!

Ora vorrei passare la parola a te:

Cosa ne pensi della Sigaretta Elettronica Kiwi Spark?

C’è qualcosa di specifico che ti ha colpito di questo prodotto, o forse c’è un dettaglio che pensi meriterebbe di essere migliorato?

Oppure, potresti avere un’esperienza personale o un consiglio che non ho menzionato qui?

In ogni caso, sono curioso di sapere cosa ne pensi.

Lascia un commento qui sotto e condividi la tua esperienza o pensieri!

Massimo Monteverdi

Massimo è un appassionato di sigarette elettroniche sin dagli albori di questa tecnologia. Grazie alla sua vasta esperienza, è diventato un vero veterano del settore, conosce a fondo il funzionamento dei dispositivi e ha testato una vasta gamma di liquidi e sigarette elettroniche. Cerca sempre di condividere la sua conoscenza sulle sigarette elettroniche con gli altri appassionati

Leggi Anche


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *