Vai al contenuto

Svapo di Guancia vs Svapo di Polmone, quali sono le differenze?

Svapo di Guancia vs Svapo di Polmone

Tempo di lettura 7 minuti

Svapo di Guancia vs Svapo di Polmone? Per chi non è del mestiere, la prima difficoltà che si incontra nello scegliere una sigaretta elettronica che faccia al caso suo è costituita da un problema di definizioni: qual è infatti la differenza tra svapo di guancia e svapo di polmone? In questo articolo andremo a analizzare la differenza fra i due tipi di svapo, scoprendo le loro caratteristiche e i loro Pro e Contro.

Che cos’è lo Svapo di guancia (MTL)

Svapo di Guancia vs Svapo di Polmone 1

È la tipologia di svapo più comune, lo svapo di guancia si avvale di una fase intermedia in cui il vapore viene trattenuto nella bocca prima di essere inalato nei polmoni e si avvicina, come movenze e caratteristiche, all’esperienza che si ha quando si fuma una sigaretta tradizionale.

Nelle sigarette elettroniche progettate per lo svapo di guancia (MTL), si utilizzano generalmente resistenze con valori intorno a 1 ohm o superiori. Queste resistenze più alte consentono un flusso d’aria più ristretto e wattaggi più bassi.

Lo svapo di guancia (MTL) è adatto a chi cerca un’esperienza simile al fumo di una sigaretta tradizionale. Inoltre lo svapo di Guancia grazie ai suoi wattaggi inferiori permette di assaporare al meglio gli aromi tabaccosi.

Caratteristiche dello Svapo di Guancia

  1. Resistenza dell’atomizzatore: per lo svapo di guancia, si consiglia di utilizzare resistenze più alte, solitamente intorno a 1 ohm o superiori. Questo permette un flusso d’aria più ristretto, che a sua volta garantisce un hit in gola più accentuato e un’esperienza di svapo simile al fumo di una sigaretta tradizionale.
  2. Potenza: i dispositivi per lo svapo di guancia richiedono una potenza minore rispetto a quelli per lo svapo di polmone, poiché devono essere in grado di riscaldare l’elemento riscaldante (coil) a temperature più contenute e produrre una quantità di vapore adeguata al tipo di inalazione. Di solito, la potenza ideale per lo svapo di guancia varia tra i 10 e i 20 watt.
  3. Apertura del flusso d’aria: per favorire un’inalazione di guancia, i dispositivi per lo svapo di guancia devono essere dotati di un’apertura del flusso d’aria più ristretta. Questo permette di aspirare il vapore in modo controllato, permettendo al vapore di inondare la cavità orale prima di essere inalato nei polmoni.
  4. Glicole propilenico e glicerina vegetale: i liquidi per lo svapo di guancia solitamente contengono una maggiore percentuale di glicole propilenico(PG) rispetto alla glicerina vegetale (VG). Il glicole propilenico è il componente che permette la trasmissione dell’aroma, mentre la glicerina vegetale serve per la produzione di vapore. Una proporzione comune per i liquidi da svapo di guancia è 50% VG e 50% PG
  5. Sapore: lo svapo di guancia offre un’esperienza di sapore diversa rispetto allo svapo di polmone. A causa del flusso d’aria più ristretto e dell’inalazione più simile al fumo di una sigaretta tradizionale, i sapori possono risultare più intensi e marcati (soprattuto con i liquidi tabaccosi), rendendo questa tipologia di svapo più adatta a chi cerca un’esperienza simile a quella del fumo tradizionale.

Pro e Contro dello Svapo di Guancia

Pro

  • Simula meglio l’esperienza del fumo di sigaretta tradizionale, aiutando a rendere più semplice il passaggio al vaping per i fumatori.
  • Minore produzione di vapore, il che lo rende più discreto e adatto a situazioni sociali o ambienti pubblici.
  • Consumo inferiore di liquido, il che può contribuire a ridurre i costi a lungo termine.
  • Maggiore durata della batteria del dispositivo, poiché è richiesta una potenza minore per generare il vapore.
  • Esalta maggiormente, grazie a una temperatura di utilizzo più bassa,gli aromi tabaccosi.

Contro

  • Minore produzione di vapore rispetto allo svapo di polmone, il che può essere insoddisfacente per chi cerca una maggiore densità di vapore.

Che cos’è lo Svapo di Polmone (DL O DTL)

Svapo di Guancia vs Svapo di Polmone 3

L’inalazione dello svapo di polmone, a differenza dello svapo di guancia, è “diretta” perché non prevede la fase intermedia in cui il fumo rimane nella cavità orale: il vapore è aspirato direttamente nei polmoni, come quando si prende una grande boccata d’aria prima di immergersi. Per questa tipologia di svapo, i dispositivi elettronici devono essere progettati per far fluire una maggiore quantità di aria e garantire una maggiore produzione di vapore. Lo svapo di Polmone si chiama anche Sub-Ohm Vaping. Lo svapo di polmone è particolarmente adatto per svapare aromi Cremosi e Fruttati.

Caratteristiche dello Svapo di Polmone

  1. Resistenza dell’atomizzatore: per lo svapo di polmone, si consiglia di utilizzare resistenze più basse, solitamente inferiori a 1 ohm. Questo permette una maggiore produzione di vapore e un’inalazione più diretta nei polmoni.
  2. Potenza: i dispositivi per lo svapo di polmone richiedono una potenza maggiore rispetto a quelli per lo svapo di guancia, poiché devono essere in grado di riscaldare rapidamente l’elemento riscaldante (coil) e produrre una grande quantità di vapore. Di solito, la potenza ideale per lo svapo di polmone varia tra i 40 e i 100 watt.
  3. Apertura del flusso d’aria: per favorire un’inalazione diretta nei polmoni, i dispositivi per lo svapo di polmone devono essere dotati di un’apertura del flusso d’aria più ampia. Questo permette di aspirare più facilmente una grande quantità di vapore e di inalarlo direttamente nei polmoni.
  4. Glicole propilenico e glicerina vegetale: i liquidi per lo svapo di polmone solitamente contengono una maggiore percentuale di glicerina vegetale (VG) rispetto al glicole propilenico(PG). La glicerina vegetale è responsabile della produzione di vapore, mentre il propilenglicole serve per trasportare l’aroma. Una proporzione comune per i liquidi da svapo di polmone è 70% VG e 30% PG.
  5. Sapore: lo svapo di polmone offre un’esperienza di sapore diversa rispetto allo svapo di guancia. A causa della maggiore produzione di vapore e del flusso d’aria più ampio, i sapori possono risultare più intensi o più leggeri a seconda delle opinioni. Difficile dirlo senza provarlo.

Pro e Contro dello Svapo di Polmone

Pro:

  • Maggiore produzione di vapore, che può essere più gratificante per alcuni utenti.
  • Possibilità di utilizzare liquidi con concentrazioni più basse di nicotina, facilitando la riduzione graduale della dipendenza.
  • Sapore più intenso, grazie alla maggiore produzione di vapore (non per forza vero).
  • Esalta maggiormente, grazie a una temperatura di utilizzo più alta, gli aromi fruttati e cremosi

Contro:

  • Maggiore consumo di liquido, il che può aumentare i costi a lungo termine.
  • Durata della batteria del dispositivo potenzialmente inferiore, a causa della potenza più elevata richiesta per generare il vapore.
  • Meno discreto a causa della maggiore produzione di vapore, il che può attirare l’attenzione in ambienti pubblici o situazioni sociali.
  • Dispositivi generalmente più pesanti e ingombranti
  • Maggiore stress sui polmoni, poiché il vapore viene inalato direttamente nei polmoni.

Sigarette elettroniche sia di Guancia che di Polmone

Esistono sigarette elettroniche versatili che permettono di sperimentare sia lo svapo di guancia (MTL) che lo svapo di polmone (DL), offrendo così la possibilità di scegliere tra le due tipologie in base alle proprie preferenze del momento.

Un esempio di questo tipo di dispositivo è la Vaporesso LUXE X, che grazie alla sua tecnologia avanzata e alle diverse opzioni di personalizzazione, consente agli utenti di passare facilmente da uno stile di svapo all’altro.

Questo genere di sigarette elettroniche rappresenta una soluzione ideale per coloro che desiderano provare entrambe le modalità di svapo senza dover acquistare dispositivi separati, ottenendo così un’esperienza di svapo completa e adattabile alle proprie esigenze.

Conclusioni

In conclusione, sia lo svapo di guancia (MTL) che lo svapo di polmone (DL) offrono esperienze diverse ai vapers e rispondono a esigenze specifiche. Lo svapo di guancia è ideale per chi cerca un’esperienza di svapo simile al fumo di una sigaretta tradizionale, con un hit in gola più accentuato e un sapore più marcato. D’altro canto, lo svapo di polmone è adatto a chi preferisce una maggiore produzione di vapore e un’inalazione più diretta nei polmoni.

La scelta tra le due tipologie di svapo dipende dalle preferenze personali e dalle abitudini di ciascun utente. È importante considerare le differenze tra i due stili di svapo in termini di resistenza dell’atomizzatore, potenza, apertura del flusso d’aria e composizione dei liquidi per fare una scelta informata e trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Ricordiamo, inoltre, che la sigaretta elettronica è uno strumento utile per ridurre o abbandonare il consumo di tabacco, ma non è priva di rischi per la salute. Pertanto, è sempre consigliabile informarsi e consultare un medico prima di iniziare a svapare, soprattutto se si hanno preesistenti condizioni di salute.

Massimo Monteverdi

Massimo è un appassionato di sigarette elettroniche sin dagli albori di questa tecnologia. Grazie alla sua vasta esperienza, è diventato un vero veterano del settore, conosce a fondo il funzionamento dei dispositivi e ha testato una vasta gamma di liquidi e sigarette elettroniche. Cerca sempre di condividere la sua conoscenza sulle sigarette elettroniche con gli altri appassionati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *